I detersivi alla francese

Se c’è qualcosa che mi ricorda i miei traslochi in giro per il mondo da bambina, è  l’odore del bucato. In ogni luogo la mia stessa maglietta assumeva un profumo diverso. Ogni tanto andava in trasferta dalla nonna, che usava i migliori metodi per smacchiarla, e da mia sorella, che aveva sempre l’ammorbidente più profumato di tutti. Quel profumo me lo sarei riportato in valigia e per tanti lunghi mesi non avrei mai sentito qualcosa di così buono e confortante.

Sì, diciamocelo, il detersivo e l’ammobirdente in Italia hanno un profumo speciale, oltre a lavare apparentemente meglio dei cugini stranieri. Eppure ogni volta che mi sono recata all’estero mi sono sempre fiondata a sentire l’odore dei prodotti per il bucato…così diverso da quello italiano e così  simile a quello del mio passato di bambina expat.

Così, un bel giorno ho dovuto affrontare la scelta di cosa schierare al mio fianco per combattere macchie e pulire casa.

Partiamo dai detersivi per il bucato: a un’amante di lavatrici e asciugatrici come me questo non me lo dovevi fare. Io, che faccio fare il bucato a mio marito anche in vacanza e che prenoto gli hotel in base alla vicinanza dall’attrazione principale: la lavanderia a gettoni!

Intanto scopro che la polvere in Francia va poco di moda. E quella che c’è,  esattamente la stessa che avevo caricato in macchina durante il trasloco dall’Italia, costa il doppio. Sarà  che quella esposta sullo scaffale è di un’annata speciale? Di un vigneto doc?

Vanno anche  di moda delle capsule che meglio fare la lavatrice con lo champagne, e poi c’è il liquido. Bah, profumazioni né carne né pesce, le macchie rimangono…e come faccio se devo metterlo nella vaschetta e posticipo la partenza per “motivi personali” (si, le maledette fasce più  economiche per il kwh)?

Invece gli ammorbidenti hanno tutto un altro profumo, quasi sempre venduti in bottiglie magnum, anche nel prezzo.

Il prezzo è la cosa che mi ha sconvolto di più, in quanto influisce assai sul mio budget familiare. Ho una media di 2/3 lavatrici al giorno, come da brava casalinga italiana! Le francesi, nonostante abbiano sempre tanti figli, non dichiarano neppure una lavatrice al giorno. Evidentemente c’è  poco giro di affari. Umh, lo so che avete un’altra spiegazione.

Continuando il mio giro nel reparto  detersivi (stesso reparto dove mi mandarono quando chiesi dove fossero i guanti per scegliere la frutta, che qui non esistono, ndr), si trovano i detersivi per pulire casa. Se ai vini vengono dedicati quattro corsie fronte retro, a questi poveri prodotti viene dato uno spazietto di mezza corsia. Svariati spray per pulire il bagno gusto polo alla menta, di  marche diverse ma sostanzialmente sempre lo stesso prodotto.

Mezza corsia è dedicata alla salviette umidificate. Imbevute in qualsiasi  liquido,  grandi piccole medie, per pavimenti, mobili, bagni, cucine… ho trovato le salviette disinfettanti più  potenti al mondo, in grado di debellare lo sporco e il calcare più ostinato! Ora non c’è  volta che non vada in Italia senza portare in dono un pacco di salviette. In cambio, al mio ritorno, porterò su spugnette in microfibra e stracci di varia tipologia che esistono (e usano!!!) solo in Italia.

Vi prego, speditemi un fustino!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: