Elogio alla baguette

image

Se c’è qualcosa che manca a internet e alla tecnologia, è la possibilità di sentire i profumi. A parole mi è difficile spiegare cosa provo nel sentire il profumo di una baguette appena sfornata. Un pezzo di pane come tutti gli altri, direte. Invece no, lei, Madame La Baguette, è speciale. Il profumo inequivocabile della baguette della mia boulangerie lo potrei riconoscere tra milioni. Così perfetto, invitante. Cosí forte da mangiarla a morsi in ascensore e dover ricomprarne un’altra il pomeriggio. Mi manca già al pensiero che un giorno dovrò abbandonare la Francia.

Chissà come fanno a farla così buona. È ottima in quasi tutte le panetterie. Alcune la fanno gommosa o troppo infarinata che ti si appiccica al rossetto. Ma la baguette, rimane sempre la baguette. Io, che in Italia non compravo mai il pane, ora non posso farne a meno. Che mi frega della pasta!

Dicevo, chissà come prende quel sapore e profumo così buono. Sarà che il panettiere non mette i guanti? Sarà che la avvolge in un pezzo di carta al centro, e poi quello che tocca, tocca? Appena arrivata in Francia, sconvolta dalla baguette “nuda”sul bancone della boulangerie, ho fatto la prova di comprare una mezza baguette. Pensavo che il pezzo di carta avrebbe coperto quasi tutto i pane. “Almeno non si contamina”, mi sono detta. E invece il pezzo di carta che mi hanno messo era ancora più sottile. È giusto per l’impugnatura. A volte di proposito la compro in un atro posto dove la imbustano parzialmente, così da avere un sacchetto a casa.

Insomma, ‘sta baguette va messa sotto l’ascella. Come fai quando hai le buste della spesa, la baguette, il monopattino di tuo figlio da piegare e riporre nell’apposito locale, la posta da prendere? La mia priorità è non far toccare la baguette da nulla e da nessuno. I monopattini possono cadere e sfracellarsi tutti, le uova pure, ma non vi azzardate a toccarmi il pane e a strusciarlo sul vostro manteau.
Su questo i francesi sono fantastici. Le mamme la mettono nuda, ovviamente a) sulla cappottina del passeggino, b) nel cestino del passeggino dove io mettevo il pallone e le bolle di sapone, c) le più chic, nella borsa Vuitton.

Ma il premio “miglior sistemazione della baguette” la vince questo signore che ho incotrato l’anno scorso su un treno della Rer B, mentre tornavo a casa una sera. Avevano soppresso il mio treno, ero stanca e nervosa ma vedere questo signore distinto che non si era fatto nessun problema di contaminazione mi ha fatto ridere da sola per tutto il viaggio. Credo che i passeggeri di quel treno si chiedano ancora il perché delle mie risate a scroscio.
A voi giudicare. Bon appétit!

image

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: