Supermarché : istruzioni per l’uso

image

Se avete letto il mio post sulla spesa al mercato (e sugli scambi di nazionalità,  così, neanche mettessi delle s alla fine delle  parole, a casaccio), avrete capito quanto io ne sia fan. Purtroppo non posso dire altrettanto della spesa nei supermercati francesi. Non mi vanno molto giù.

Ormai li ho provati un po’ tutti, ho testato varie categorie e catene. Il Franprix sotto casa, piccola distribuzione, ottimo per gli acquisti last minute. Ha una concentrazione di mille prodotti per centimetro quadrato. Puoi trovare dal mango stagionato nel 2008 (ottima annata), alle bacche di goji albine, alle shuko, perfino i mazzi di tarocchi. Tutto rigorosamente mischiato, scaduto e senza prezzo, nello stesso scaffale. Qualsiasi cosa compri, tipo insalata-ricotta-pita con la muffa, oppure farina-yoghurt-mazzo di tarocchi, sono sempre 20 euro. Le commesse, pure loro a 20 euro, di una simpatia incredibile. Passano la propria tessera fedeltà e accumulano punti sulla tua spesa. Poi ti fulminano se dici bonjour troppo piano, e lo ripetono ad alta voce a mo’ di sfida fino a quando non lo sentono…. tutte le carte dei tarocchi.
Oltre alla pita con la muffa, che ho offerto alla mia amica Alessia prima di scoprire il caratteristico verdino, Franprix mi ha anche infestato gli armadietti di camole grazie a dei rotoli di carta da cucina contaminati. Ce lo teniamo così, perché  è  sotto casa e sempre aperto.

Ho provato il Dia, discount che ho dietro casa, ma fa talmente freddo che mi si congelano le idee. Poteva essere un’alternativa per prodotti come acqua minerale, tovaglioli, carta igienica, ma lo ho abbandonato subito.
Ho provato il Monoprix e il suo punto vendita più caro di tutta la Francia, sarà forse per ripagarsi la bolletta per il troppo gelo, anche in questo caso al banco frigo tocca mettersi il passamontagna, in piena estate.
Ho testato anche il Cora, troppa confusione tra gli scaffali.

Ho comprato cose scadute per sbaglio in altri supermercati vicino casa, scartati anche quelli. In tutti i super c’è sempre talmente tanta gente che alcuni scaffali sono  completamente vuoti per giorni, e di solito un quarto della mia lista della spesa rimane solamente un’idea da cucinare un’altra volta.
Neppure il discount Lidl mi è piaciuto, niente a che vedere con quello Italiano. Però spesso c’è la settimana italiana o vendono doccini da bidet, per cui vale la pena farsi un giro ogni tanto, nonostante la confusione.

Cosa cerco io in un supermercato? Ordine, indicazioni chiare su prezzi e promozioni, disponibilità del personale  (specialmente al banco fresco), varietà  di prodotti, pulizia, assortimento, la cassiera che mi chiede “ha la tessera” e non una che si imboschi i miei punti…. Ancora non ho trovato nulla di tutto questo, almeno in Ile-de-France. Ho visitato dei supermercati al confine con Svizzera e Italia e invece, stessa catena, ottimo servizio.

I miei finalisti, dunque, sono Auchan, anche se troppo dispersivo, e Carrefour (il primo amore di ipermercato non si scorda mai).
Il mio Auchan ha due piani, mille corsie e mille scaffali, troppi. Ha alcuni prodotti italiani interessanti tra cui una vasta gamma di taralli, i Grok e la piadina.

Carrefour è il mio preferito il meno peggio. Il mio punto vendita è  su un solo piano e la disposizione è piuttosto standard. Buoni i prodotti freschi. Al banco dei salumi e formaggi non mi scambiano per spagnola, anzi, c’è il fuggi fuggi generale quando arrivo io, l’italienne. Quella che chiede la mortadella tagliata sottile, senza filo, disposta in modo che le fette si stacchino facilmente. Idem il prosciutto di Parma. Un’addetta questionava sul fatto che dovevo dirle il numero esatto di fette che volevo, non il peso. E mi ha detto anche di contarle, per la prossima volta!

Fino a qualche mese fa ero addicted a dei cereali a marchio Carrefour che ora non producono più, e con la scusa di vedere se esistessero in altri supermercati, ho fatto il giro di molte catene.
Mi soddisfano i prodotti freschi: frutta, verdura, carne, pesce e panetteria sono di gran lunga superiori rispetto a un Carrefour lombardo. In generale, indipendentemente dalla catena di supermercati, trovo che i prodotti freschi e non elaborati siano più buoni in Francia rispetto ai supermercati del Nord Italia.

È vero, in Francia si trova di tutto, ma a me mancano tante cose. Nello specifico mi piacerebbe trovare:
– le merendine fruttate della Kellogs
– il primosale e lo stracchino o altri formaggi simili
– lo yogurt alla frutta senza zucchero e senza edulcoranti
– la focaccia
– tutta una serie di detersivi e soprattutto il Qasar vetri
– i crackers di tutti i tipi
– i rotoloni di carta igienica a due veli e morbidi
– le galatine e le rossana
– la carne di vitello macinata
– i biscotti secchi, magari proprio i Krumiri
– le nastrine
– la panna che si riesca a montare (forse esiste ma non la trovo)
– il lievito per dolci vanigliato
– gli gnocchi ripieni al sugo
– gli amaretti (qualche avvistamento sporadico)
– l’acqua, specialmente gassata, con basso residuo fisso e povera di sodio

Qua e là ogni tanto qualche prodotto interessante fa una comparsata, tipo la scamorza, per poi scomparire di nuovo.

Oggi con mio marito ho sperimentato la spesa online con ritiro presso il punto vendita. Servizio buono ma non ancora eccellente. Il risparmio di tempo è notevole e la tentazione di acquisti compulsivi (soprattutto dolciumi e compagnia bella) quasi assente.

E voi cosa ne pensate della spesa all’estero e degli ordini online? Aspetto i vostri commenti!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: