Sei un siedista o un impiedista?

image

Mi piacciono le differenze culturali e di abitudini..finché non sono troppo diverse dalle mie.
Oggi ho accompagnato la scuola di mio figlio ad una gara in un campo sportivo. Erano circa 300 bambini tra i 3 e i 10 anni.

Sono stata incaricata da una delle maestre di aiutare i bambini ad andare in bagno. Io. Quella che il lysoform a colazione. Quella che ha sverniciato la cromatura di rubinetti di un centinaio di hotel con potentissimi spray disinfettanti. Quella che in case of emergency la fa nel bicchierino. Si, io. Per di più in un bagno francese.

Arrivo con il primo gruppo di bambine, fortunatamente dell’ultimo anno delle elementari. Ci mettiamo in fila, sondo con le altre maestre le abitudini “sederecce” locali. Mi guardano con la faccia da punto interrogativo. Mi dimostro straniera e articolo male delle frasi in francese per depistare il nemico. Non faccio in tempo a raccomandare alle ragazzine un ultimo “non ti appoggiare”, che trac. Eccole lì, belle appollaiate sul wc del bagno pubblico. Quasi quasi mancava la settimana enigmistica, wc edition.
Faccio un breve sondaggio, ma tra i locali la cosa non viene capita: perché  mai una persona dovrebbe non sedersi sul wc? Mica si tratta di cesso alla turca!

Torno a casa con quest’idea in mente e catalogo l’usanza del siedista come una cosa tutta francese. Non solo il bidet, ma anche la seduta di gabinetto libera. Come quando fanno l’annuncio in aeroplano che “questo volo sarà free seating“. E tutti a sedersi liberamente in bagno.
Poi, ancora in piena fase sconvoltaren, chiedo a un gruppo di mamme espatriate di spiegare le usanze nel loro Paese ospitante. Le abitudini straniere non le ho capite, ma ho scoperto che un bel campione di mamme italiane sono dichiaratamente siediste e fanno altrettanto con i propri figli. Non me lo aspettavo proprio.

Non voglio dire che sia giusto o sbagliato, ognuno è libero di sedersi e appoggiarsi. Sono io che provo schifo al solo pensiero dei bagni pubblici, anche se all’occhio possono sembrare puliti.
La mia curiosità di sapere questa usanza nel Mondo continua, ma siedisti non mi avrete mai.
Sono felicemente impiedista. Ho visto cose che voi umani…

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , ,

14 thoughts on “Sei un siedista o un impiedista?

  1. drusilladeserto ha detto:

    Anch’io sono felicemente impiedista, non riuscirei mai a sedermi in un bagno pubblico.

    Piace a 1 persona

  2. MI ha detto:

    impiedista forever! non mi sfiora nemmeno la mente di passare all’altra sponda!

    Piace a 1 persona

  3. Alessia ha detto:

    Sono qui che rido da sola! Mi immagino la faccia che devi aver fatto! Allora io impiedista assolutamente. Ho delle divergenze di opinione col marito francese per quanto riguarda il bambino. Pur essendo maschio c’è il problema dell’altezza. Arriva raso gabinetto e immaginate la sorpresa quando mi dice: ” papà mi ha detto che posso appoggiarmi al bordo se metto il pantalone”. Ogni volta penso alla quantità di batteri e sporcizia incollati al pantalone, proprio dove c’è il bottone.

    Piace a 1 persona

  4. Tiziana ha detto:

    Io ho anche il cane impiedista!!!!

    Piace a 1 persona

  5. Francesca ha detto:

    Come posso catalogarmi….mmmhhh…cresciuta in Italia, quindi inpiedista. Ovvero in sospensione. Sicuro e germs free…più o meno. Però quando i miei figli mi chiedono “Mamma posso sedermi?” Io spesso e volentieri gli dico di si. Non vedo problemi se noto che tutto è pulito. Non metto la carta igienica modello bagni dei campeggi. Preferisco dargli quel senso di tranquillità piuttosto che di ansia e poi lavarsi bene le mano dopo. Che a volte sono peggio le maniglie delle seggette…

    Piace a 1 persona

  6. Alle67 ha detto:

    So cosa hai provato…mia figlia ora quasi 18 enne quando va dalle sue amiche non si siede proprio…a dire il vero neppure io a casa di amici, figuriamoci nei bagni pubblici o simili, manco morta, mi sono rotta le braccia per fare in modo che mia figlia non si sedesse e con lei le amiche ogni volta che facevamo un’uscita o andavo a scuola ad aiutare…in caso di impossibilità carta igienica a rotoli e salviette disinfettanti a gogo …io sono quella che quando viaggio, in auto, aereo, treno che per ovvi motivi prima o poi in bagno ci devi andare ho sempre e solo scarpe chiuse, appunto in vista di andare in bagno …che per terra c’è di tutto e il più delle volte è molto sporco..;

    Piace a 1 persona

  7. Giulia ha detto:

    Capisco il trauma! Io sono impiedista convinta da sempre. Una volta, in Erasmus, in una discoteca/bettola pulciosa, sono andata in bagno con due ragazze tedesche. Tutte disinvolte si sono sedute, fatto i loro bisogni e rialzate, nonostante sulla tavoletta ci fosse di tutto. E magari il giorno dopo neanche un prurito, una bollicina, niente! Non so, forse siamo noi un po’ fissati, ma sinceramente preferisco prevenire che curare 🙂

    Piace a 1 persona

    • lastminutechanges ha detto:

      I siedisti sicuramente hanno degli anticorpi enormi. Ieri ero in piscina, fuori Parigi. Eravamo gli unici in infradito. Gli altri scalzi, anche per andare ai water alla turca. Ho detto tutto. Anzi no, a peggiorare la situazione, qualcuno ha vomitato nella vasca dei bambini. Brivido.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: